La LEM, Linea Ecologica Mangia del Gruppo Industriale Mangia è menzionata nell’Edizione 2018 del “Dossier regionale sulle Povertà”, pubblicato dalla Caritas Campania e dall’Ufficio per i Problemi sociali e il Lavoro (UPSL).

L’azienda del Gruppo industriale dei fratelli Pietro, Mario e Antonio Mangia è citata tra quanti hanno messo in campo “buone pratiche” in favore del “bene comune”, con il progetto “L’Olio buono”, avviato nel 2017 con alcune parrocchie della città di Salerno, e sostenuto dall’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno, in particolare dall’UPSL, diretto dal dott. Antonio Memoli.

 “L’Olio buono” è un progetto di raccolta di quartiere degli olii alimentari esausti, che vede “l’adozione” da parte delle chiese di un contenitore fornito dalla LEM, dove i fedeli possono smaltire correttamente i loro olii alimentari esausti, evitando di sversarli brutalmente negli scarichi di casa. Operai specializzati provvedono al ritiro dell’olio quando il contenitore è pieno. La LEM corrisponde una donazione alla parrocchia che si accolla l’onere della raccolta, proporzionale alla quantità di olio recuperato.

L’obiettivo di questo progetto è duplice: incentivare il corretto smaltimento dell’olio usato in cucina e sostenere le parrocchie con un contributo che può sembrare simbolico, ma che moltiplicato per il numero di famiglie che possono essere sensibilizzate, può raggiungere una cifra significativa, utile alla comunità stessa.

I fratelli Pietro, Antonio e Mario Mangia si dichiarano orgogliosi di questa menzione e confermano il loro impegno e la loro passione per l’Ambiente, per la Natura e per il “bene comune”.

 

L’Ufficio Stampa