Mangia Group anche quest’anno celebra l’HEART DAY

L’Earth Day (Giornata della Terra) è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. 

La Giornata della Terra, momento fortemente voluto dal senatore statunitense Gaylord Nelson e promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy, coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo.

Le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, un mese e due giorni dopo l’equinozio 

di primavera, il 22 aprile.

Nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Come movimento universitario, nel tempo, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo. 

I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. 

Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo; queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.

Il Gruppo industriale Mangia ad Energy Med 2019. Napoli, Mostra d’Oltremare, 28, 29 e 30 marzo

La LEM, Linea Ecologica Mangia del Gruppo Industriale Mangia partecipa alla XII edizione di Energy Med, la Mostra-Convegno sulle Energie rinnovabili e l’Efficienza energetica nel Mediterraneo in programma a Napoli, alla Mostra d’Oltremare i prossimi 28, 29 e 30 marzo.

Per il Mangia Group, Energy Med è una vetrina importante per la promozione delle proprie attività di ritiro e di raccolta di olii e di grassi commestibili esausti, fonti rinnovabili ampiamente riconosciute da tutti gli operatori del settore per la produzione di energia pulita.

Mediante la partecipazione alla Mostra – e insieme ad Enti pubblici e privati, Istituzioni, Università, Enti di ricerca, Associazioni – la LEM e tutto il Gruppo industriale Mangia intendono dare il proprio contributo per accelerare l’incremento delle “energie verdi” nel nostro paese.

Per questo, vi aspettiamo numerosi al Padiglione 6 della Mostra d’Oltremare (ingresso Viale Kennedy), nei nostri stand, n. 52 e n. 53, antistanti il punto di ristoro, giovedì 28 e venerdì 29 marzo dalle ore 9,30 alle ore 19,00 e sabato 30 marzo dalle ore 9,30 alle ore 18,00.

Raccolta degli olii esausti a Casoria (NA), in via Indipendenza, sabato 26 gennaio, dalle ore 9,00 alle ore 13,00

La Lem, Linea Ecologica Mangia, del Gruppo industriale Mangia, sarà a Casoria, in provincia di Napoli, per la raccolta degli olli e dei grassi vegetali esausti.
L’appuntamento è per sabato 26 gennaio 2019 dalle ore 9,00 alle ore 13,00, in via Indipendenza dove la Lem sosterà con la propria Isola ecologica mobile.
Si tratta di un mezzo all’avanguardia dove i cittadini del comune del napoletano potranno smaltire in totale sicurezza gli olii e i grassi vegetali esausti provenienti dalle loro cucine.
La Lem ricorda che, in base a quanto concordato con il Comune di Casoria, l’isola ecologica mobile sarà nel comune del napoletano l’ultimo sabato di ogni mese. Si tratta di un appuntamento importante per smaltire correttamente un rifiuto speciale che può essere trasformato in una preziosa risorsa per l’Ambiente.

L’Ufficio Stampa

La LEM menzionata tra le “buone pratiche” per il “bene comune” nel “Dossier Povertà 2018” pubblicato dalla Caritas Campania.

La LEM, Linea Ecologica Mangia del Gruppo Industriale Mangia è menzionata nell’Edizione 2018 del “Dossier regionale sulle Povertà”, pubblicato dalla Caritas Campania e dall’Ufficio per i Problemi sociali e il Lavoro (UPSL).

L’azienda del Gruppo industriale dei fratelli Pietro, Mario e Antonio Mangia è citata tra quanti hanno messo in campo “buone pratiche” in favore del “bene comune”, con il progetto “L’Olio buono”, avviato nel 2017 con alcune parrocchie della città di Salerno, e sostenuto dall’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno, in particolare dall’UPSL, diretto dal dott. Antonio Memoli.

 “L’Olio buono” è un progetto di raccolta di quartiere degli olii alimentari esausti, che vede “l’adozione” da parte delle chiese di un contenitore fornito dalla LEM, dove i fedeli possono smaltire correttamente i loro olii alimentari esausti, evitando di sversarli brutalmente negli scarichi di casa. Operai specializzati provvedono al ritiro dell’olio quando il contenitore è pieno. La LEM corrisponde una donazione alla parrocchia che si accolla l’onere della raccolta, proporzionale alla quantità di olio recuperato.

L’obiettivo di questo progetto è duplice: incentivare il corretto smaltimento dell’olio usato in cucina e sostenere le parrocchie con un contributo che può sembrare simbolico, ma che moltiplicato per il numero di famiglie che possono essere sensibilizzate, può raggiungere una cifra significativa, utile alla comunità stessa.

I fratelli Pietro, Antonio e Mario Mangia si dichiarano orgogliosi di questa menzione e confermano il loro impegno e la loro passione per l’Ambiente, per la Natura e per il “bene comune”.

 

L’Ufficio Stampa

LEM, Linea Ecologica Mangia e Mangia Group consolidano la propria presenza in Sardegna.

Una buona notizia per l’Ambiente, per l’Economia territoriale, per la sicurezza degli allevamenti

Il Gruppo industriale Mangia, dei fratelli Pietro, Mario e Antonio Mangia, rafforza la propria presenza in Sardegna, con una sinergica partnership con le srl Groil e Cogen, con sede a Simaxis, in provincia di Oristano.
Le aziende si occupano rispettivamente del trattamento e della trasformazione dei sottoprodotti di origine animale in biocombustibile e della produzione di energia elettrica e calore, con un processo di cogenerazione all’avanguardia. Con l’ingresso in queste società, Mangia Group – in particolare la LEM, Linea Ecologica Mangia, già presente in Sardegna – aggiunge un ulteriore importante tassello al ciclo di recupero e di valorizzazione dei sottoprodotti animali, attraverso processi sostenibili che salvaguardano sempre l’Ambiente.
Si tratta di un’iniziativa importante per tutta la Sardegna, fortemente voluta da Pietro, Mario e Antonio Mangia, che segnerà una svolta decisiva sul tema della sicurezza ambientale, anche negli allevamenti, e più in generale nel ciclo di smaltimento dei sottoprodotti animali. L’ingresso del Mangia Group in Cogen srl e Groil srl garantirà, infatti, il trasferimento alle aziende sarde di tutto il know how tecnologicoraggiunto dal gruppo industriale, che, in primis, si preoccupa di garantire condizioni di estrema sicurezza per i lavoratori e per l’Ambiente.
Con questa operazione ne beneficeranno l’economia territoriale, compreso il prezioso allevamento del suino sardo, le aziende locali, i livelli occupazionali e, più in generale, la Sardegna.
Si consolida, così, il rapporto della famiglia Mangia con una delle regioni più belle d’Italia. Una bellezza che Mangia Group e LEM intendono preservare, applicando anche alle aziende di Simaxis i processi sostenibili che già constraddistinguono la leadership del gruppo industriale su tutta la penisola.

Mangia Group arriva ad Acerno | La Lem recupererà gli olii vegetali esausti nel comune del salernitano.

La Lem, Linea Ecologica Mangia del Mangia Group, è lieta di comunicare la propria collaborazione professionale con il Comune di Acerno. Un comune virtuoso della provincia di Salerno che ha avviato il servizio di raccolta degli olii vegetali esausti, presso il Centro di Raccolta in via S.R. ex S.S. 164, in Località Acqua Maura.

I cittadini di Acerno potranno così recuperare l’olio alimentare utilizzato in cucina, evitando di sversarlo negli scarichi di casa che, come è noto,  vengono gravemente danneggiati dall’olio e dai grassi vegetali. Il Centro di Raccolta di Acqua Maura è aperto a quanti vorranno portare il proprio olio esausto, il martedì e il venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e il giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,30.

L’olio sarà poi recuperato dai mezzi specializzati della Lem, per raggiungere lo stabilimento più vicino del Mangia Group e per essere immesso in un circuito virtuoso che trasformerà quello che oggi appare un rifiuto in una preziosa risorsa per la Natura.

Il Gruppo industriale Mangia è lieto di poter contribuire alla salvaguardia dell’Ambiente, soprattutto in un comune come Acerno: un piccolo paradiso verde della provincia di Salerno, ricco di acqua e di aria pulita.

L’Ufficio Stampa